Comune di Tagliacozzo

Gullotta, Ascanio e Cardilli al Festival Internazionale di Mezza Estate di Tagliacozzo

News / In evidenza
Inviato da staff 12 Ago 2009 - 00:35

Tagliacozzo. Dalla ricerca e lo studio del musicologo Bruno Cagli giovedì prima esecuzione di brani fuori repertorio dedicati all'allievo di Cellini, a cura dei solisti di Operastudio dell'Accademia S. Cecilia,  venerdì il grande attore italiano in scena con "Minnazza".
Giunto quasi al termine il XXV Festival Internazionale di Mezza Estate di Tagliacozzo propone un trittico di spettacoli di grande qualità in un'alternanza di musica, storia e grande teatro. Mercoledì 12 agosto alle ore 21.30 nel Chiostro di San Francesco il Festival apre le porte ai giovani di talento con il concerto di Giovanni Cardilli.



Pianista romano di 26 anni, ora residente in Olanda, si è esibito sia in Italia che all'estero, portando la sua musica nel Palazzo del Primo Ministro Olandese, e nelle città di Amsterdam, Tiburg, Ultrecht. Per il Festival eseguirà musiche di Beethoven, Chopin, Scriabn. Giovedì 13 agosto alle ore 18.00 nel Chiostro di San Francesco la prima di un evento fortemente legato alla storia del territorio, il concerto convegno "Ascanio De' Mari". Nato dalla collaborazione e dalla ricerca del presidente dell'Accademia Nazionale S. Cecilia ed autorevole musicologo Bruno Cagli, di Domenico Colasanti e del direttore artistico del Festival Lucia Bonifaci, in collaborazione con Operastudio Accademia Nazionale S. Cecilia, il concerto andrà a presentare, attraverso l'esecuzione di brani fuori repertorio, la figura di Ascanio De Mari, allievo prediletto di Benvenuto Cellini, orafo nella Corte di Francia di Francesco I e cittadino di Tagliacozzo, le cui gesta ispirarono scritti di Dumas. Con gli interventi di Bruno Cagli, e Domenico Colasanti, curatore della pubblicazione "L'Orefice del Re. Ascanio da Tagliacozzo e il suo tempo", l'evento racconterà la vita dell'orefice attraverso l'esecuzione di brani inediti da "Ascanio" di  Saint-Saens, e dal " Benvenuto Cellini" di Berlioz eseguiti dai Solisti di Opera Studio dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e gli scritti  di Alexandre Dumas, Camille Saint-Saens, Hector Berlioz, per ripercorrere la figura di Ascanio De' Mari nella storia e nella musica dell'ottocento.
 
Sarà Leo Gullotta in scena sul palcoscenico del Festival venerdì 14 agosto alle ore 21.30 in Piazza dell'Obelisco con lo spettacolo teatrale "Minnazza". Prodotto da Teatro in Quinta, di Fabio Grossi e con musiche originali di Germano Mazzocchetti, Minnazza è un racconto che, attraverso la voce e l'interpretazione di Leo Gullotta, si snoda dalle origini della letteratura siciliana fino ai giorni nostri, passando per gli scritti di Giovanni Meli, Tomasi di Lampedusa, Pirandello, Capuana, Camilleri e altri grandi nomi della letteratura. In questo viaggio attraverso il tema del Coraggio sia civile che pratico,Gullotta sarà accompagnato da un' originale ensemble di maestri fisarmonicisti, Fabio Ceccareli, Romano Quartucci, Denis Negroponte, Julio Coriente, che aiuteranno il pubblico a scandire le stazioni, i capitoli del viaggio spettacolo.



Questo articolo stato inviato da Comune di Tagliacozzo
  http://tagliacozzo.terremarsicane.it/

La URL di questo articolo :
  http://tagliacozzo.terremarsicane.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=67